Riviera24Sport - Notizie di Sport in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il treno Albissola manda in frantumi il sogno serie C, mister Lupo e il ds Ciaramitaro: “Chiediamo scusa”

Spazio Interviste. Il sogno della Sanremese scippato, strappato, rapito dal treno incalcolabile e imprevedibile di un Albissola superlativo. Domenica scorsa il campionato di serie C si è concluso con questo amaro esito per i tifosi biancazzurri e la società guidata dalla triplice Bersano, Del Gratta, Dino Miani.

“Una mazzata del genere”, come l’ha definita il direttore sportivo Salvatore Ciaramitaro, “non ce l’aspettavamo. E’ stato come nel ciclismo quando il primo del gruppo parte per la volata e si ritrova a qualche chilometro dal traguardo senza energie. Da dietro intanto è partito l’outsider che fresco fresco ce la mette tutta e si prende la coppa”.

Quello dei campioni dell’Albissola è stato effettivamente un semi-miracolo. Nel girone di ritorno vincere 10 partite di fila, spesso negli ultimi minuti di gioco, è un’impresa statisticamente interessante della quale andare fieri a lungo.

Detto questo la domanda se sia stata una scelta oculata dichiarare da subito di voler vincere, rivolta sempre a Ciaramitaro, è d’obbligo. “Quando ci siamo riuniti abbiamo detto da subito che avremmo provato ad arrivare primi. La volontà c’era e c’è sempre stata (ribadisce alle malelingue che ad un certo punto parlavano di ripensamento), quindi perché nasconderci?”

“Purtroppo i filmati parlano chiaro. Contro la Sanremese hanno dato, tutte le sfidanti, più del 100%. Poi vogliamo parlare di alcuni episodi penalizzanti e inspiegati? Il gol annullato proprio contro l’Albissola, per esempio – continua il direttore sportivo – quello contro il Ponsacco, fino allo stesso caso con la Rignanese. Tre episodi che possono spiegare tutto. E non contiamo la penultima partita, ci mancavano solo le mani addosso al nostro allenatore…”

A proposito, Lupo, che rapporto c’è ora con i suoi giocatori?

“Moralmente vi lascio immaginare. E’ un momento un po’ difficile, bisogna metabolizzare. Da parte mia un rammarico importante è per la tifoseria, avremmo voluto più di ogni altra cosa far festeggiare loro perché quel che hanno fatto dagli spalti e fuori dal campo va al di là del calcio”.

Ciaramitaro, ma questo mister se la merita la riconferma?
“Lupo era la mia prima scelta quando Carlo Calabria ha dato le dimissioni.”
Boom!

Calcolare le probabilità che rimangono alla Sanremese per sperare nel ripescaggio è paragonabile alla difficoltà di comprendere la legge elettorale. Inutile provarci, non rimane che tenere duro, fino alla fine.