Riviera24Sport - Notizie di Sport in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Buona prestazione dello Judo Club Sakura Arma di Taggia a.s.d. alle qualificazioni regionali per il Campionato Italiano Juniores

Terzo porto per Simone Revelli e quinto posto per Giovanni Secondo. Non riescono però a guadagnare il passaggio per Ostia Lido

Taggia. Domenica 29 aprile si sono svolte a Genova le qualificazioni regionali per il Campionato Italiano Juniores di Judo, alle quali hanno partecipato gli atleti Simone Revelli e Giovanni Secondo, entrambi gareggianti nella categoria dei Kg. 73.

Il loro comportamento in gara è stato meritevole, hanno gareggiato con grande impegno incontrando atleti esperti e preparati, ma i loro ottimi risultati in classifica (terzo Revelli e quinto Secondo), non è bastato ad acquisire il diritto ad effettuare la finale nazionale ad Ostia Lido, dove potranno accedere solo i primi due classificati.

Il M° Ben.to Alberto Ferrigno, che come sempre segue attivamente gli atleti, commenta: “Siamo dispiaciuti che non ci siano altri atleti da affiancare a Lorenzo Rossi, già qualificato di diritto, per competere nella finale del Campionato Italiano Juniores. Guardando però le cose in modo positivo, possiamo dire che i due atleti sono cresciuti molto in questi ultimi mesi, acquisendo una sicurezza che prima mancava, a dimostrazione della loro maturazione sia fisica e tecnica che caratteriale.

Continuando sulla strada impostata dall’istruttore Alessio Ferrigno, potranno sicuramente arrivare ulteriori miglioramenti. Ora dobbiamo affrontare altri appuntamenti che vedranno impegnati sia gli agonisti che i pre-agonisti: sabato 5 maggio saremo in gara a Terni nel Grand Prix JU/SE Giano dell’ Umbria con Alessio Bollo e Samuele Della Torre, domenica 6 maggio saremo a Quiliano nei due Trofei Sharin Cup riservati agli agonisti Esordienti A e B ed alle categorie pre-agonistiche, il 12 maggio saremo ad Ostia Lido per la finale del Campionato Italiano Juniores e così via, di settimana in settimana. L’ impegno è grande, ma la passione per il nostro sport ci porta a continuare ad affrontare queste fatiche”.