Riviera24Sport - Notizie di Sport in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La sanremese Alessia Verrando a Nalles: “Sono felice per come si è svolta la gara” foto

Ha partecipato alla prima tappa degli Internazionali d'Italia series 2018 di mountain bike, gara internazionale Hors Categorie

Più informazioni su

Sanremo. Grande carattere e forte convinzione di essere sulla strada giusta. La biker sanremese Alessia Verrando rientra da Nalles, sede della prima tappa degli Internazionali d’Italia series 2018 di mountain bike, gara internazionale Hors Categorie ( il livello più alto dopo le prove di coppa del mondo) con tanta carica positiva, ed una grande autoconvinzione.

A Nalles, nella gara Open femminile, si presentano al via una settantina di atlete, ma soprattutto di un livello veramente alto. L’emozione è alta; pure l’adrenalina. “Percorso ottimo secondo le mie caratteristiche: salita, salita, salita, e poi discesa. Così per 5 volte più il lancio, che rispetto agli anni scorsi consisteva nel salire dall’asfalto fino in cima al secondo box per poi buttarsi giù in discesa. Chiamata in griglia dietro, troppo dietro: partenza in ultima fila” – racconta.

Ma la Verrando rimane concentratissima. Pronti, via!. “Non mi demoralizzo e prendo il mio passo, consapevole di poter recuperare su un percorso perfetto per me. Mi metto lì , testa bassa e via a pedalare. Giri sempre regolari. Bene il terzo e quarto giro dove ho ottenuto i migliori tempi”.

Alcune atlete davanti ad Alessio iniziano a saltare con la sanremese che si avvicina alla trentesima piazza. Però mancano ancora due giri. “Mi accorgevo di stare bene e riesco a gestire molto bene la gara e l’energie. Poi quando ho iniziato a vedere alcune avversarie davanti a me, ho alzato un po’ il ritmo. In salita recupero altre quattro posizioni”.

Suono della campanella: siamo all’ultimo giro. “Ultimi sforzi e ultime possibilità per fare top25 , e quindi guadagnare punti UCI) . Via per l’ultima scalata. In cima sono ventiquattresima. Vedo un’altra avversaria davanti a me: provo ad avvicinarmi prima dell’imbocco della discesa sapendo che lei è più forte ma niente. Pur provando a mollare il più possibile in discesa, la lucidità ovviamente non è più la stessa dei primi giri. Il gap tra me e lei rimane e chiudo la mia gara 24esima assoluta e nona U23”.

Un ottimo risultato. “Sono veramente tanto felice per come si è svolta la gara, per le ottime sensazioni avute, per il fatto che non ho mollato un secondo. La prova ne sono i tempi sui giri, praticamente quasi tutti uguali. Per aver di nuovo combattuto con atlete che per tutto lo scorso anno vedevo solo in griglia e poi. Contenta di aver di nuovo sentito molte persone farmi il tifo. Fa molto piacere avere persone che ti incitano e che ti fanno complimenti, danno carica. Forse sto ritrovando la “Ale” di prima. Ringrazio per tutto l’allenatore, la squadra, il mio accompagnatore (papà) e sanremo piante”.

Più informazioni su