Riviera24Sport - Notizie di Sport in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia Rugby, convocati tre giocatori dell’under 14 per difendere i colori della Liguria nel torneo Besio-Massa

Nel giorno della ricorrenza dell’Immacolata Concezione

Più informazioni su

Imperia. Nel giorno della ricorrenza dell’Immacolata Concezione Imperia Rugby offre alla difesa del territorio rugbistico ligure tre giocatori. L’occasione è il torneo III memorial “R.Besio.-L.Massa” riservato alla categoria under 14 per i nati nel 2004. E il teatro della manifestazione è il campo Carlo Androne di Recco, uno dei santuari dell’ovale ligure. I convocati per difendere i colori della Liguria sono in pugnace Luca Parodi e il monumentale (e veloce) Francesco Chiappori, metaman della squadra. Per una banalità stagionale sembrava non essere convocato anche Riccardo Nunziata: ultimo allenamento collegiale saltato a causa dell’influenza d’annata, ma il solido Riccardo ha i numeri per emergere e in extremis è arrivata l’agognato appello: sarà della partita.

Viva soddisfazione nell’ambiente societario, dunque, anche perché si è in linea con altre blasonate società liguri in merito a numero di atleti scelti e per il motivo del fatto che la scrematura è avvenuta su di una base più ampia di giovani, tra i quali Francesco Borca e Patrick Gheza, per non parlare di altri, anche neofiti alla categoria, che sembrano avere ampi margini di miglioramento e quindi pronti per ulteriori chiamate.

Però, se tre giocatori vanno in selezione, il merito è di tutto il gruppo, che lavora assiduamente per migliorare e mettere tutti in condizione di assurgere a più alti livelli. E merito anche ai tecnici, Enrico Abbo, Piero Binelli e a quant’altri prestano la loro opera attorno alla formazione giovanile.

Basti pensare che il solo allenamento del 6 dicembre, per la categoria, era seguito da Abbo, da Oliviero, tecnico under 12 che verificava il lavoro dei più giovani e dal coordinamento deciso di Alessandro Castaldo, attento ad ogni particolare tecnico: tutte situazioni di gioco, tutti ripassi dei fondamentali, tutta reattività e senso della posizione. Un gran lavoro, accettato di buon grado dal gruppo, senza chiacchiere o distrazioni. Le premesse sono buone. Vedremo se e come i nostri eroi lasceranno il segno in quel di Recco. Anche perché ci saranno regioni italiane in lizza con un bacino di reclutamento più ampio e sarà il momento di fare il punto sulla categoria.

Più informazioni su